sabato 25 giugno 2022

AGGIORNAMENTO SU METROTRAMVIA MILANO - LIMBIATE


E' già circolata in questi giorni la notizia della chiusura della linea tramviaria Milano Limbiate prevista per fine settembre, data in cui scadrà l'autorizzazione concessa dalla Commissione della sicurezza dei trasporti del Ministero (ANSFISA). 

Non è prevista alcuna deroga, così dicono i tecnici della commissione, e colpevole è il fatto di non aver ancora avviato i lavori di riqualificazione della tratta per molto tempo discussi e che hanno trovato negli ultimi anni la volontà politica a vari livelli e anche gli stanziamenti necessari. 

Lo sconforto è che la linea chiude non perché devono fare i lavori, ma per i motivi di sicurezza che già conosciamo e sui quali ora non è più possibile rinviare.  

L'obiettivo non può più essere un'altra deroga senza certezze di una data certa di avvio dei lavori ; la miglior cosa sarebbe far sì che la riqualificazione della tratta avvenga subito da settembre. 

Per iniziativa del nostro Sindaco - che già dai primi di giugno, non appena avuta la notizia, si è mobilitato nell'interlocuzione con i referenti centrali e con l'Assessore Censi del Comune di Milano - nei prossimi giorni la questione sarà affrontata nel dettaglio con il Comune di Milano e con tutti gli altri Enti interessati. 

I lavori, che sarebbero dovuti partire anni fa, sono al momento annunciati per settembre 2023, ma è invece a nostro avviso necessario cercare di anticipare. Occorre trovare una soluzione. Le corse sostitutive con gli autobus sappiamo bene che in determinate fasce orarie sono impraticabili e non fanno che gravare ancora di più sul traffico che grava sulla strada Comasina in conseguenza dei delle chiusure sulla Rho Monza e del ponte di Via Camposanto.   

Per chi volesse ricostruire un po' la storia di questa vicenda, proponiamo di seguito alcuni post dal nostro blog. Vi teniamo comunque aggiornati. 

2015  Il Consiglio Comunale difenda la Metrotramvia

2015 Addio Metrotramvia

2016 Aprile si avvicina la chiusura

2017 San Valentino: il tram non deve morire

2017 Tram: cosa farà il Comune?

2017 Sul tram non si scherza

2017 Tram Milano Limbiate una corsa contro il tempo

2017 Tramvia Milano Limbiate la tua e la mia

2017 Frecciarancia a settembre la ripartenza

2018 Sì alla metrotramvia

2019 Due anni fa il cuori per San Valentino

2019 Riqualificazione del tram

2019  Metrotramvia riqualificata, Fermate M3, ciclabile Paderno Milano

NEI QUARTIERI ARRIVA IL NUOVO REGOLAMENTO SULLA PARTECIPAZIONE

Inizia la prossima settimana il giro nei quartieri per la presentazione del nuovo Regolamento sulla partecipazione, uno strumento che da anni era atteso a Paderno Dugnano e che per noi di Insieme per Cambiare è uno degli obiettivi di mandato più importanti.  

Siamo molto soddisfatti di questo risultato che in dieci anni l'amministrazione di centro destra che ci ha preceduti non era riuscita a portare a termine; ricordiamo le numerose sollecitazioni avanzate da parte dell'allora nostro rappresentante in Consiglio Comunale, Giovanni Giuranna, rimaste inascolate. 

Nella discussione, avvenuta in Consiglio Comunale di lunedì 13 giugno 2022 dopo l'ampio confronto avvenuto nella Capigruppo, da parte dei gruppi consiliari di opposizione  non sono giunti ragionamenti di particolare rilevo o osservazioni significative ma nonostante ciò hanno votato contro, confermando di fatto di non voler rafforzare e garantire una partecipazione viva da parte dei cittadini alla vita pubblica della nostra comunità locale. 

Noi siamo invece convinti che "la Partecipazione generi buona Politica". Non è solo uno slogan, ma una delle ragioni fondanti per le quali anni fa abbiamo deciso di costituire il nostro gruppo Insieme per Cambiare, composto da cittadini provenienti da realtà civiche e politiche diverse, accomunati dai medesimi valori e determinati verso gli stessi obiettivi. 

La partecipazione civica e tutte le pratiche di cittadinanza attiva sono, in senso positivo, contagiose e possono tradursi in buona Politica, come già diceva Aristotele: "iniziare delle buone abitudini le fa poi diventare consuetudini e pratiche facili da ripetere". Le decisioni prese ascoltando tutti i punti di vista e verificando  le diverse esigenze, è un'esercizio difficile, faticoso e complesso, ma porta a decisioni migliori e serve a far crescere consapevolezza, conoscenza. In sostanza scegliere di sostenere le politiche di partecipazione, fa crescere il capitale sociale ed umano di una comunità. Proprio per queste ragioni, ci sembra importante riportare QUI l'intervento del nostro Capogruppo in Consiglio Comunale Walter Tiano che vi consigliamo di ascoltare.

Con la presentazione del nuovo Regolamento si parte da martedì 28 giugno con il Villaggio Ambrosiano. Vi aspettiamo!

CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI

28 GIUGNO Centro Zarepta | via Tunisia 7 | Villaggio Ambrosiano

29 GIUGNO Centro Anziani | via Coti Zelati 51 | Palazzolo Milanese

4 LUGLIO Sala Consiliare | piazza della Resistenza | Dugnano

5 LUGLIO Centro Anziani | via Card. Riboldi 119 | Calderara

6 LUGLIO Sala Civica Paolo Magretti | via Corridori 12 | Cassina Amata

11 LUGLIO Centro Anziani | piazza Falcone e Borsellino | Paderno

12 LUGLIO Villa Gargantini | via Valassina 3 | Incirano

Gli incontri inizieranno alle ore 21

domenica 12 giugno 2022

IL REGOLAMENTO SULLA PARTECIPAZIONE IN CONSIGLIO COMUNALE IL 13 E 14 GIUGNO

Il Regolamento sulla partecipazione, dopo un ampio confronto avvenuto all'interno delle forze di maggioranza, con la parte tecnica e quindi con le rappresentanze delle forze politiche presenti in Consiglio Comunale nell'ambito di tre Commissioni Capigruppo, giunge alla proposta di approvazione nel Consiglio Comunale i prossimi 13 e 14 giugno. Un momento molto importante per la nostra città che torna a dotarsi di strumenti concreti di partecipazione dopo anni di attesa. 


Il vecchio  Regolamento della Partecipazione Popolare era stato approvato dal Consiglio Comunale  nel 2002, modificato prima nel 2010 e quindi nel 2014, quando venne sospesa l’efficacia del Titolo I eliminando i Consigli di quartiere. 

Lo Statuto comunale ed il Regolamento della Partecipazione vigente riconoscono il diritto dei cittadini alla partecipazione ma, occorreva, alla luce delle modifiche effettuate e di alcune norme introdotte, rivederne le forme, innovarle, adottando anche nuovi strumenti, al fine di promuovere un significativo rapporto di collaborazione, scambio e  confronto tra l’Amministrazione comunale ed i cittadini, improntato alla ricerca di soluzioni condivise per la soddisfazione di interessi pubblici e per il bene comune. 

Con il nuovo Regolamento l'Amministrazione Comunale propone un quadro chiaro di regole all'interno del quale istituzioni e società civile possono fare “sistema” e i cittadini partecipare attivamente dando il loro contributo al governo della città. 

Il nuovo Regolamento prevede: l'istituzione delle Consulte territoriali, una per quartiere; i Tavoli tematici e di scopo; le Consulte tematiche che riprendono l'idea delle Consulte settoriali di qualche tempo fa;  rinnova la collaborazione con il volontariato alla luce del nuovo Codice del Terzo Settore; avvia i Patti di collaborazione, una novità molto importante che supera l'attuale "atto di mecenatismo", attraverso la quale i cittadini, in forma singola o associata, potranno partecipare attivamente alla valorizzazione e cura dei beni comuni. 

La novità importante che porta con sé questo articolato Regolamento, è anche l'aver finalmente dato un luogo a Patrocini e all'utilizzo temporaneo di sedi comunali. 

Dopo l'approvazione del Regolamento, l'Amministrazione comunale, con l'Assessore alla partecipazione Anna Varisco, avvierà una serie di incontri nei quartieri di illustrazione dei contenuti e delle modalità di partecipazione da parte dei cittadini ai nuovi strumenti introdotti. 

L'obiettivo è l'avvio delle Consulte Territoriali entro l'anno e, a seguire, di tutti gli altri istituti prevsti tra cui i Patti d collaborazione. 


 


L'INTITOLAZIONE LARGO DON BORSANI



Avevamo annunciato questa decisione presa dall'Amministrazione comunale qualche mese fa e SABATO 11 GIUGNO, con la cerimonia di intitolazione , si è resa concreta e viva quell'idea. Un gesto che non solo rende onore ad una persona che molto ha dato alla Comunità di Calderara e alla città, ma "tesse" legami.

Abbiamo bisogno di esempi, di maestri, e di memoria.
 
Ne abbiamo bisogno per sentirci "parte" di qualcosa di più grande, di sentire che veniamo da prima e che possiamo guardare fiduciosi verso al futuro. 

Grazie Don Giampiero.