giovedì 21 giugno 2018

Via Arborina - Stazione Paderno: ci avevano promesso una cosa e ne hanno fatta un'altra




Ricordate le promesse allettanti della Giunta Alparone circa i lavori di riqualificazione della stazione di Paderno? Erano state messe in prima pagina sulla Calderina di febbraio 2016...

Hanno tagliato tutti gli alberi che c'erano in via Arborina perché... comunque... li avrebbero ripiantati! Invece è sotto gli occhi di tutti la coltre di asfalto (ribollente in questi giorni di calura) che hanno steso a lato della stazione delle Ferrovie Nord!

Uno spettacolo desolante.

La colpa è dell'ex Sindaco Alparone e della sua Giunta che non è stata capace di trattare con Ferrovie Nord per ottenere un arredo urbano caratterizzato da funzionalità, bellezza e vivibilità.


Altre immagini di rara bruttezza sono disponibili su twitter.

mercoledì 20 giugno 2018

Alcune idee per rilanciare il commercio a #PadernoDugnano




Pubblichiamo qui sotto la lettera che riassume quanto emerso durante l'ultimo tavolo di lavoro sul commercio di vicinato:


OGGETTO: Relazione sul TAVOLO DI LAVORO dedicato al COMMERCIO svoltosi il 12 giugno 2018

Con il secondo tavolo di lavoro dedicato al commercio la lista civica INSIEME per CAMBIARE (IXC) ha completato la prima serie di incontri con i cittadini al fine di confrontarsi e condividere con loro le proposte per progettare insieme una città più vivibile e bella. 
A settembre partirà una nuova serie di incontri per affrontare altri temi ed approfondire quelli  già emersi.
Per quanto riguarda il commercio sono venute fuori delle tematiche particolarmente interessanti che la lista civica IXC intende fare sue ed inserire nel proprio programma politico per le elezioni comunali del prossimo anno.
E’ emerso in modo chiaro l’assoluta priorità di difendere il “commercio di vicinato” specie oggi che è messo fortemente in crisi sia dalla grande distribuzione che in misura minore dall’e-commerce.
Sono state fatte proposte e soprattutto un grosso contributo è stato dato dai commercianti, presenti alle riunioni, per fotografare la situazione padernese e vedere come migliorarla.
Una problematica molto sentita è quella di avere un maggior confronto con l’Amministrazione comunale che molte volte latita, non dà risposte e crea intralcio piuttosto che snellire le procedure.
A questo proposito è stato visto di buon auspicio la nuova nomina ad assessore del commercio della Sig.ra Campi. Al contempo però è emersa anche l’assoluta necessità di creare una figura all’interno del Consiglio comunale che si occupi unicamente di trovare finanziamenti regionali ed europei per aiutare i commercianti di Paderno Dugnano. Questa è una pratica virtuosa che è già stata attuata in alcuni centri lombardi quali Bergamo, Treviglio, Seriate ecc.
Un secondo punto che è emerso è stata la propensione dei vari commercianti a chiudersi in sé stessi a non fare rete e questo naturalmente porta ad avere una rappresentanza sindacale debole e di conseguenza una scarsa capacità di incidere sulle politiche locali.
Altro aspetto è stata la presa d’atto che da molti anni a questa parte non sono stati più creati eventi a Paderno Dugnano tali da animare la città e renderla attrattiva.
Molte proposte sono state fatte a questo proposito, come quelle di accentrare i negozi in aree ben definite dove con l'aiuto di un bell'arredo urbano si possano creare delle zone o addirittura dei salotti urbani che possano attrarre e/o stimolare le persone a passeggiare in centro paese (vedasi Rho, Seregno...).
Addirittura si è pensato di chiudere in alcuni fine settimana estivi, per qualche ora, alcune vie, per dare modo ai commercianti di poter usufruire degli spazi esterni ai negozi per esporre la propria merce ed ai bar ed ai ristoranti di mettere all’esterno i loro tavoli.
Si è infine pensato che sarebbe possibile rendere usufruibile per quelle ore anche i negozi sfitti, che dietro un affitto calmierato, potrebbero essere utilizzati da piccoli artigiani, piccole attività locali per rendersi visibili e farsi conoscere dalla comunità.
Come si vede molti sono stati i temi toccati e le proposte indicate. C’è solo da rimboccarsi le maniche; infatti è emerso in modo chiaro ed evidente che con il contributo di tutti è possibile che qualcosa in meglio si possa fare.
Grazie a tutti per la partecipazione e ci rivediamo a settembre.
Comunque in questi mesi estivi l’attività di Insieme per Cambiare non si ferma e ci farà piacere incontrarVi c/o i nostri gazebo per scambiare con Voi pareri ed impressioni; inoltre sono previste alcune piccole attività atte a migliorare la vivibilità di Paderno. Per tutto questo veniteci a trovare sul blog di IXC. 


I referenti al commercio
Lista Civica INSIEME PER CAMBIARE

sabato 16 giugno 2018

CAMBI DI CASACCA IN CONSIGLIO COMUNALE – 2. UN MODO DI VEDERE LA POLITICA CHE NON CI APPARTIENE




Continuano i cambi di casacca all’interno del centrodestra in Consiglio Comunale, iniziati con l’adesione del nuovo Consigliere Camagni che, eletto nelle file di Forza Italia ed entrato in Consiglio Comunale in sostituzione della Consigliera Russo (che per ragioni di lavoro aveva rassegnato le proprie dimissioni), ha preferito abbandonare Forza Italia ed aderire al gruppo di Paderno Dugnano Cresce e proseguite con il passaggio dei Consiglieri Rienzo e Mosconi da Progetto Paderno Dugnano alla Lega.

Dopo questi movimenti veniamo a sapere che il Consigliere Pirovano, lasciato solo nel gruppo Progetto Paderno Dugnano, abbandona questo gruppo per fare ritorno a Forza Italia da cui era uscito circa due anni fa.

Circolano voci su un altro cambio di casacca che sarebbe imminente, sempre verso il centrodestra e in particolare verso quel partito che attualmente garantisce maggiore possibilità di essere rieletti che è la Lega.

Questo saltare continuamente di qua e di là a seconda dell’aria che tira è un modo di far politica che non ci appartiene. 

Per noi che siamo dei normali cittadini, l’impegno politico non è avere una sedia dove sedersi in Consiglio Comunale, ma un impegno verso chi ci ha dato la propria fiducia.

Per le prossime elezioni amministrative non ci interessa allearci con chi ci potrebbe garantire un posto in Consiglio Comunale. A noi di Insieme per cambiare interessa portare avanti un progetto di città condiviso e che rispecchi la volontà dei cittadini, per questo siamo partiti con i tavoli di lavoro perché riteniamo che, come scrive il nostro Capogruppo in Consiglio Comunale, Giovanni Giuranna, sul suo blog "Paderno Dugnano ha bisogno di persone/gruppi che lavorino insieme con competenza e passione per il bene di questa città...", e non di persone interessate solo a mantenere il proprio potere politico.