domenica 17 maggio 2020

Buon compleanno Laudato sì!

Martedì 19 maggioa partire dalle ore 20.30, in videoconferenza sarà trasmesso in diretta un dialogo a più voci sull'ambiente, in occasione del quinto anniversario dell'enciclica LAUDATO SI' di Papa Francesco.
Anche da casa sarà possibile proporre riflessioni e domande seguendo la diretta cliccando QUI


venerdì 15 maggio 2020

Ascoltare il Consiglio Comunale ieri sera, ci ha fatto vergognare di essere cittadini di Paderno Dugnano

La seduta del Consiglio Comunale di ieri sera 14 maggio, è tornata a mostrare ai cittadini che non tutta la politica è uguale. C'è anche un modo di fare politica brutto, sporco, che non solo non ci appartiene, ma che ci indigna e che ci fa vergognare come cittadini. 

Dopo le belle parole del Sindaco che ha ricordato il grande valore del partigiano Gildo Negri scomparso il 25 aprile scorso, c'è stato il bell'intervento della Consigliera Daria Castelli, con il quale i gruppi Insieme per Cambiare e Persone al Centro, hanno voluto esprimere la gioia per la liberazione di Silvia Romano.

Sentire, subito dopo, un Consigliere - di quel partito che ha come capo una persona che non perde occasione di mostrarsi in pubblico con il vangelo e il rosario in mano -  addossare tutta la colpa dei mali del mondo ad una ragazza che, invece di passare tranquillamente la sua gioventù nella "civile" Milano, ha scelto di donare un periodo della sua vita ad aiutare gli altri, in una delle parti del mondo più bisognose - così come per fortuna fanno molti missionari/e e tante altre persone di diverse nazionalità - e che avuto solo la “sfortuna” di essere stata rapita da un gruppo di banditi, ci ha fatto capire fino a che punto si possa arrivare con la cattiveria.
E' stato deprimente sentire in un Consiglio Comunale definire i bambini somali, che patiscono la fame e una guerra non loro, dei terroristi “che non vedono l’ora di impugnare un mg per abbattere un aereo italiano”.
Ci chiediamo, e chiediamo al Consigliere e alla sua compagine politica, che senso ha avuto quell'intervento..? Perché farlo? Prendere a pretesto tutto questo solo per alimentare l'odio ritenendo di trarne qualche tornaconto politico, è davvero svilente e disonora il ruolo del Consiglio Comunale.

A cancellare le parole brutte che abbiamo dovuto sentire ieri sera, vi riproponiamo l'intervento di Daria Castelli. Bentornata Silvia.



venerdì 1 maggio 2020

UN LUNGO E INEDITO CONSIGLIO COMUNALE

Grande attenzione al bene comune. Nessun aumento delle tasse 
Per la prima volta nella storia della nostra città, giovedì 30 aprile il Consiglio Comunale si è riunito in videoconferenza. 
Sindaco, Assessori e Consiglieri comunali, collegati da postazioni separate presso il palazzo comunale e le proprie abitazioni, alle 17:53 (con un po' di ritardo dovuto al protrarsi della riunione dei Capigruppo precedente), hanno dato il via all'assemblea cittadina in diretta streaming con un minuto di silenzio, per ricordare tutte le vittime della pandemia ed esprimere vicinanza ai famigliari dei nostri concittadini scomparsi.

La situazione che stiamo vivendo in questi giorni richiama tutti ad un alto grado di responsabilità e questo vale ancora di più per chi ricopre cariche istituzionali. Nonostante questo, la strategia ostruzionistica e denigratoria, adottata dall'opposizione leghista nei mesi scorsi, si è ripetuta e la seduta, che si sarebbe potuta completare in breve, è durata quasi 9 ore senza concludere la discussione in programma. 
A scacchiera, tutti i componenti di quella compagine, hanno a turno utilizzato tutti i minuti e i pretesti possibili per intervenire, interrompendo anche gli altri interventi. Per allungare il brodo, hanno ripetuto in continuazione le stesse cose, anche a caso, su questioni non in trattazione. I loro discorsi, per certi versi spocchiosi, continuano ad essere punteggiati da dei: "siamo dispiaciuti", "noi ci aspettavamo che voi avreste fatto", "voi proprio non capite", "noi vi vogliamo aiutare ma non ci ascoltate". L'atteggiamento, oltre ad essere offensivo (il capogruppo della Lega ha parlato di "encefalogramma piatto" riferendosi agli avversari), sembra quello di chi è convinto di essere il miglior pretendente sulla piazza, ma non trova la fidanzata; in poche parole, la supponenza di credersi vincitori senza esserlo. Le cose cambiano. Se ne faranno mai una ragione? 

Tra gli argomenti in trattazione vi erano questioni che era importante portare a termine in quella seduta. Si è approvato il Rendiconto consuntivo nei termini e la variazione di bilancio necessaria per la gestione di questo periodo. 
La notizia più importante è che, considerata la situazione di difficoltà economica per imprese, famiglie e commercio, non saranno applicati aumenti nella tassazione locale per i cittadini di Paderno Dugnano, come riferito nelle discussione attorno al punto sulla TARI dall'Assessore Antonella Caniato, punto respinto da tutta l'opposizione che avrebbe preferito forse un aumento.

Intervento dell'Assessore Giuranna sul tema dei rifiuti

Intervento di precisazione tariffe rifiuti del Capogruppo  Walter Tiano 

Altra nota poco gradevole è l'aver voluto in tutti i modi, da parte di Paderno Cresce, porre il cappello sull'Ordine più giorno  presentato e votato all'unanimità, da tutte le forze presenti in Consiglio. Se è vero che la stesura è venuta da una sollecitazione del gruppo, il testo che ne è scaturito è frutto del grande lavoro di confronto e mediazione effettuato all'interno della Capigruppo, condotto con responsabilità nella convinzione che, di fronte ai gravi problemi che stiamo affrontando, sia necessaria un'azione unitaria a favore del bene comune.

"Auguri, buon primo maggio" detto dal nostro Assessore Giovanni Giuranna a inizio del suo intervento, e l'intervento del nostro capogruppo Walter Tiano, che ha richiamato alla responsabilità istituzionale i colleghi dell'opposizione, sono state le uniche oasi di umanità nella maratona egoistica in cui è stato trasformato in alcuni momenti il Consiglio Comunale di ieri. 

Intervento del Capogruppo di Insieme per Cambiare Walter Tiano 

Non una sola parola compassionevole da parte degli esponenti della minoranza, quasi fossero immuni dalla sofferenza umana degli ultimi due mesi. Assistere è stato a dir poco surreale. 
Questo Consiglio è stato uno dei più faticosi. Vivendo già un periodo difficile per tutti, ci si aspettava un atteggiamento diverso, un po’ di umanità.

Nel nostro impegno il ricordo di Flavio, la sua forza e la sua grande umanità. Un esempio di politica concreta che ha molto da dire e dal quale in molti avrebbero da imparare.

domenica 29 marzo 2020

Flavio, quanta strada abbiamo fatto insieme!



Il dolore per la tua partenza improvvisa non si placa.
Siamo confusi e continuiamo a pensarti,
perché in questi anni
per noi e con noi 
sei stato una forza straordinaria.

Ti dobbiamo dire GRAZIE
e continuare il cammino…