venerdì 25 luglio 2014

NETTA CONTRARIETA’ AL PROGRAMMA DEL SINDACO ALPARONE



Comunicato stampa

INSIEME PER CAMBIARE: NETTA CONTRARIETA’ AL PROGRAMMA DEL SINDACO ALPARONE

Paderno Dugnano, 24 luglio 2014 – La lista civica Insieme per Cambiare commenta brevemente l’ultima seduta del Consiglio Comunale:

Una maggioranza apparentemente coesa ha eletto presidente del Consiglio Comunale il consigliere Umberto Torraca (Forza Italia, ex assessore al Bilancio) con l’astensione dell’opposizione. L’astensione della maggioranza ha permesso l’elezione a vicepresidente del consigliere Efrem Maestri, eletto con i voti del Partito Democratico e della lista Insieme per Cambiare. Il Movimento 5 Stelle, che sperava nel sostegno del centrodestra a favore del proprio candidato, è rimasto deluso.

Nella seconda parte della serata il Sindaco Marco Alparone ha commentato - con una buona dose di retorica e autocompiacimento - le Linee programmatiche di mandato 2014-2019, che sono state successivamente discusse dalle varie forze politiche.

Il Capogruppo della lista Insieme per Cambiare, Giovanni Giuranna, ha espresso una forte critica in merito a questo “elenco di cose da fare, in buona parte generico” e privo delle caratteristiche proprie di un programma (analisi della situazione di partenza, senso generale delle azioni, obiettivi prioritari, azioni, soggetti, mezzi e strumenti, risorse economiche, tempi…).

Non potendo esaminare tutti i punti, Giuranna si è concentrato sul Piano di Governo del Territorio: “La piena attuazione del PGT – ha dichiarato – sarà decisa in Giunta, a porte chiuse e nella totale opacità”. E a sostegno di questa tesi ha citato una delibera assunta dalla Giunta in prossimità delle ultime elezioni (cfr. Delibera n. 122 del 5 giugno 2014).

Esiste il serio pericolo che, in sede di attuazione del PGT, la Giunta per fare cassa adotti stralci di un ambito definito tale nel PGT, spezzettandolo a proprio comodo: “Per esempio: in presenza di un’area inquinata vicina ad un terreno edificabile si stralcia il pezzetto edificabile e lì si costruisce, giocandosi in questo modo le uniche risorse disponibili per bonificare l’area inquinata. Questo non è buon governo del territorio, ma utilizzo spregiudicato delle aree che non tiene conto del futuro e del bene della città”.

Nel seguito dell’intervento Giuranna si è soffermato sulla difesa dei parchi, sull’impegno per l’interramento della Rho-Monza e sul tema della partecipazione. In tutti questi ambiti (e in altri non presi in esame) le linee programmatiche della Giunta non sono affatto convincenti, anzi costituiscono un motivo di preoccupazione per la lista Insieme per Cambiare. Conseguentemente la lista della coccinella ha espresso voto contrario, riservandosi di verificare in futuro azioni ed opere concrete dell’Amministrazione Comunale.

Nessun commento:

Posta un commento