sabato 31 ottobre 2015

MERCOLEDI' 4 NOVEMBRE ALEX LANGER IN TILANE




COMUNICATO STAMPA - Martedì 27 ottobre 2015

Alex Langer
[ Il mite rivoluzionario ]


Mercoledì 4 novembre 2015, ore 21
auditorium biblioteca Tilane
piazza Divina Commedia 2 - Paderno Dugnano

La causa della pace non può essere separata da quella dell’ecologia 
(Alexander Langer)

La lista civica "Insieme per Cambiare", in collaborazione con i Verdi, il Circolo Eco-Culturale La Meridiana e il Circolo Grugnotorto di Legambiente, organizza una serata dedicata alla figura di Alexander Langer, con la presentazione del libro di Marco Boato “Alexander Langer costruttore di ponti”. Sarà presente l’autore e il cantautore rock Massimo Priviero che in ricordo di Langer ha scritto una canzone: “Splenda il sole”.

Marco Boato, che ha condiviso tante iniziative di Langer, ne presenterà il ritratto: le radici sudtirolesi, il rapporto con la Chiesa, l’impegno politico e la “conversione ecologica”, la nonviolenza, l’impegno per il dialogo interetnico e interculturale. 
 
Come ricorda il Cardinale Loris Capovilla nella presentazione del libro di Marco Boato “anche Alex ha perseguito ostinatamente la pace, e, insieme, la custodia del creato. Ha inseguito con tenacia questi ideali. Ne ha fatto la sua passione e la sua vita”.
Monsignor Loris Capovilla, oggi Cardinale per volere di Papa Francesco, dopo la visita del 2003 alla Parrocchia di Dugnano ha mantenuto vivo il legame con la nostra città, accogliendo più volte a Sotto il Monte, dove vive, gruppi di ragazzi e adulti di Paderno Dugnano.

Due ospiti d’eccezione:

Marco Boato, sociologo, docente universitario, giornalista, eletto più volte parlamentare, presenterà il suo libro: “Alexander Langer costruttore di ponti”.

Massimo Priviero, musicista e cantautore, una delle voci più intense della musica italiana, in equilibrio tra rock e poesia, testimonial di “SOS Racisme”, autore della canzone “Splenda il sole” dedicata ad Alex Langer.

Ricordiamo che
il Comune di Paderno Dugnano ha dedicato ad Alex Langer il parco di via Sondrio, quartiere Calderara.

La data scelta del 4 novembre
non è un caso, ma una scelta per rimarcare due richiami che riteniamo importanti.
Per primo il rispetto dell’uomo e dell’ambiente che è sempre stato alla base del messaggio politico di Langer. Temi importanti da ricordare nel quinto anniversario della strage all’
Eureco, avvenuta a Paderno Dugnano il 4 novembre 2010, nella quale perirono quattro operai a seguito di un incendio.
L’altro forte richiamo è la ricorrenza della fine della prima guerra mondiale, il 4 novembre 1918. A causa del conflitto morirono, tra militari e civili, circa 1milione e 400mila italiani, oltre a molti mutilati o invalidi. Questa carneficina non può essere dimenticata, anche per il futuro.


Chi è Alex Langer
Nato a Sterzing/Vipiteno, provincia di Bolzano, il 22.2.1946, si tolse la vita a Pian dei Giullari, nei pressi di Firenze, il 3 luglio 1995.
Laureato in Giurisprudenza all’Università di Firenze e in Sociologia a Trento, Alex parlava cinque lingue. Insegnante, filosofo, politico, giornalista ma soprattutto attivo pacifista e ecologista. Innovatore con doti umane e politiche e una straordinaria statura morale, protagonista della nascita del movimento verde in Italia e alla realizzazione di numerose campagne ecologiste, umanitarie e nonviolente, per il superamento delle barriere “etniche”. La sua attività politica e intellettuale si è spesa continuamente in viaggio (soprattutto in treno) per tessere, riannodare, sostenere relazioni e costruire ponti tra uomini, ambienti, culture.
Crisi ecologica del pianeta, guerre diffuse, enciclica “Laudato sì”, Conferenza degli Stati sui cambiamenti climatici (COP 21): dopo vent’anni dalla sua scomparsa, la figura di Alex Langer è più che mai attuale.

Marco Boato
Laureato in sociologia, è stato docente universitario e giornalista.
Alla fine del 1982, con Alexander Langer, ha promosso in Trentino-Alto Adige la nascita del movimento ecologista dei Verdi, che si è poi diffuso anche a livello nazionale. Ripetutamente eletto in Parlamento ha esercitato un’impegnata attività parlamentare tra cui la Legge n. 140 del 2003, detta
Legge Boato e il record per il discorso più lungo della Camera dei Deputati per un intervento di 18 ore e 5 minuti, tenuto a braccio, in piedi e senza interruzione.

Massimo Priviero
è un cantautore e compositore di genere rock di origini venete, ma milanese di adozione; una delle voci più intense della musica italiana, in equilibrio tra rock e poesia, sensibile ai temi della pace, dei diritti sociali (Testimonial di Sos Racisme) e della difesa dell'ambiente. Alla fine del 1988 pubblica con successo “San Valentino” e nel 1990 esce “Nessuna resa mai”, che viene pubblicato in numerosi paesi europei e si avvale della prestigiosa produzione di “Little” Steven Van Zandt, leggendario chitarrista e coproduttore dei grandi album di Springsteen. Ad oggi ha pubblicato quattordici album; l'ultimo, “Massimo” (nel quale è contenuto anche il brano “Splenda il sole”), è uscito nel mese di ottobre 2015 (doppio cd + DVD live del memorabile concerto all'Alcatraz di Milano). 
I suoi numerosi concerti sono sempre caratterizzati da grande energia unita a forte impatto poetico ed emozionale.
Sito web: www.priviero.com


Nessun commento:

Posta un commento