mercoledì 24 febbraio 2016

FUORI IL TTIP DA PADERNO DUGNANO




Sono in corso a Bruxelles, dal 22 al 27 febbraio, le trattative a porte chiuse tra USA e UE sul tema del Parternariato transatlantico su commercio e investimenti (TTIP - Transatlantic Trade and Investment Partnership). Per aggiornamenti di cronaca vedi gli articoli sul Fatto Quotidiano (22 febbraio) e sulla Repubblica (21 febbraio).

Come lista civica abbiamo aderito fin dall'inizio al Comitato padernese Stop TTIP  e ora vi invitiamo a firmare una petizione (le firme saranno consegnate ai sindaci, ai presidenti di Regione, ai parlamentari nazionali ed europei del territorio - in base al CAP dei sostenitori - in vista della mobilitazione nazionale contro il TTIP).

Di seguito rilanciamo l'appello diffuso dalla Campagna Stop TTIP Italia:
Parte la campagna Fuori il TTIP dalla mia città
Parte oggi la nuova campagna di pressione su sindaci, regioni e parlamento nazionale della Campagna Stop TTIP Italia sulla piattaforma Progressi.org in vista delle prossime mobilitazioni.
Al meeting di strategia di Bruxelles al quale stiamo partecipando l'azione per moltiplicare le Free TTIP zones è stata identificata come prioritaria per l'anno 2016. Per questo rilanciamo e invitiamo anche i comitati delle città che hanno già approvato le mozioni a farlo sottoscrivere perché coinvolgeremo le loro Regioni e i loro parlamentari nazionali nella nuova azione, cosa che la piattaforma Eci europea non ci consentiva.
Questo è il link al post sul nostro sito, http://wp.me/p4obC5-za
questo il link al sito di Progressi http://www.progressi.org/fuorittip


Il consigliere comunale di Insieme per cambiare Giovanni Giuranna ha firmato oggi la petizione accludendovi la seguente lettera al Sindaco di Paderno Dugnano:
Egregio Signor Sindaco Marco Alparone,

con la presente La sollecito a sostenere l'impegno di oltre tre milioni di cittadini europei contro la sottoscrizione del TTIP, il trattato tra USA e UE sulla liberalizzazione del commercio e le garanzie per gli investimenti.

Auspico che in Consiglio Comunale si possa presto, con consenso unanime, approvare un atto che esprima la contrarietà della città di Paderno Dugnano alle logiche di un'economia asservita alle multinazionali  e ai flussi della finanza, contro la quale si levano varie voci, tra cui quella di Papa Francesco.

In fede,

Giovanni Giuranna
Consigliere Comunale
Lista civica INSIEME PER CAMBIARE
http://perpadernodugnano.blogspot.it

Nessun commento:

Posta un commento