martedì 10 luglio 2018

SI ALLA METROPOLITANA , MA……





Come si può non essere concordi con il prolungamento della M3? Certamente sarebbe un grosso vantaggio per tutti i cittadini che si devono recare a Milano.
Quello su cui non concordiamo è la richiesta limitata solo sino al Villaggio Ambrosiano.
Non crediamo che arrivare con la fermata della metropolitana al confine di Paderno Dugnano con Cormano come d’incanto faccia scomparire le innumerevoli code lungo la vecchia Comasina. Le sposterebbe solamente più a nord, da Varedo sino al Villaggio Ambrosiano, intasando ad esempio il centro di Cassina Amata ed aumentando il traffico interno a Paderno Dugnano di tutti quelli che vorranno recarsi alla fermata della metropolitana.
Bisogna guardare molto più in là, il prolungamento della metropolitana a nostro avviso dovrebbe toccare tutti i paesi attualmente serviti dalla tranvia Milano-Limbiate. Sia ben chiaro che la richiesta del prolungamento della metropolitana, non può assolutamente interferire con l’ammodernamento della tratta tranviaria Milano-Limbiate, perché se la metropolitana si farà, certamente ci vorranno come minimo 20/30 anni e nel frattempo è impensabile rimanere con una tranvia vecchia di oltre 100 anni.
Come lista civica Insieme per Cambiare siamo convinti che il nord Milano necessiti di una visione del trasporto pubblico ben diversa dall'attuale, che vede tutti i trasporti orientati verso Milano, senza considerare minimamente un collegamento est/ovest, ora è quasi impossibile recarsi a Monza, Sesto San Giovanni o solamente all'ospedale di Garbagnate con i mezzi pubblici. Questa è una priorità, forse più importante del piccolo prolungamento della M3, che dovrebbe essere portata all'attenzione di chi amministra la Città Metropolitana.

Nessun commento:

Posta un commento