domenica 26 gennaio 2014

Co-abitare

Crediamo sia necessario anche investire perché la cultura del co-abitare divenga una prassi più frequentata. Pensiamo a piani di informazione e supporto all'accesso a finanziamenti per avviare esperienze di co-housing a Paderno Dugnano. Pensiamo alle esperienze “prenditi in casa uno studente” già attuate in numerose città, tra cui Milano, che prevede la coabitazione tra un pensionato autosufficiente e un giovane non residente per condividere compagnia e alloggio..

Oggi per chi studia a Milano, e non ci abita vicino, il costo della vita per mantenersi sono enormi. Milano è una città sovraffollata di universitari. Può Paderno offrire servizi più economici e convenienti a questi ragazzi. Abbiamo la disponibilità di tante famiglie che possano mettere a diposizione una camera in affitto (sono una buona entrata economica).

Se Paderno Dugnano, ben collegata con le principali Università Milanese grazie al servizio TreNord e le Metro Tramvie e con una Biblioteca di qualità come è Tilane, divenisse uno dei luoghi privilegiati per l'alloggio fuori sede di studenti, avremmo ricadute positive anche per l'economia locale e la vivacità culturale della città.

Anche incentivare attività come l'avvio di piccoli bed and breakfast a conduzione familiare potrebbe avere ripercusioni positive sull'economia della città.

Il Comune potrebbe avere una funzione molto importante nel promuovere e organizzare questo tipo di esperienze e nel dare supporto a quanti volessero attivarsi, attraverso il servizio Sportello consulenza indebitamento e casa e l' Unità Operativa per lo Sviluppo del lavoro, dell'impresa e del Commercio..

Nessun commento:

Posta un commento