domenica 26 gennaio 2014

Piano di Azione per l’Energia Sostenibile

Paderno Dugnano è uno dei comuni che, a differenza di Cormano, Novate Milanese, Baranzate, Cinisello Balsamo, non ha definito un suo Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile, un documento programmatico che individui azioni strategiche da intraprendere a livello comunale per ridurre le emissioni di CO2 prodotte sul territorio.

I PAES nascono da un'adesione volontaria da parte delle amministrazioni comunali al “Patto dei Sindaci” (Covenant of Mayors), un’iniziativa europea che impegna gli enti locali nella promozione di politiche di riduzione di almeno il 20% delle emissioni di CO2 entro l’anno 2020.

Il PAES che vogliamo realizzare ha come base di partenza l'art. 116 del vigente Regolamento edilizio – articolo introdotto nel 2008 proprio per avviare il discorso sul risparmio energetico e sulla necessità di efficienza sugli edifici. Queste le azioni che ci proponiamo:
  • adesione al patto dei Sindaci e introduzione della figura dell’Energy Manager
  • censimento del consumo energetico del patrimonio pubblico e privato
  • definizione del Piano energetico sostenibile, finalizzato a ridurre gli sprechi e l'impatto ambientale che abbia i seguenti obiettivi:
  1. Riduzione dei consumi energetici del patrimonio comunale attraverso un programma di riqualificazione energetica degli edifici di proprietà, il rinnovo ed efficientamento della rete di illuminazione pubblica e degli impianti semaforici, l'utilizzo delle fonti alternative e di tecnologie a basso consumo e di riduzione.
  2. Riduzione dei consumi ed aumento dell’efficienza del comparto edilizio residenziale e terziario attraverso la promozione di collaborazione/partnership ed incentivi ad interventi privati per la ristrutturazione energetica degli edifici esistenti; lo svecchiamento degli impianti termici e la diffusione di caldaie a condensazione; la diffusione di impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria; l’efficientamento complessivo degli impianti e delle tecnologie che consumano energia elettrica; la costruzione di nuovi edifici ad elevate prestazioni, attraverso l’introduzione di criteri di efficienza energetica negli strumenti di regolamentazione e pianificazione edilizia e urbanistica.
  3. Sviluppo della mobilità urbana sostenibile (vedi nuovo Piano Urbano del Traffico)
  4. Informazione, supporto ed incentivi alla produzione ed uso delle energie rinnovabili in ambito pubblico e privato
  5. Informazione e sensibilizzazione diretta ai cittadini e alle imprese sulla necessità e opportunità di adottare comportamenti energetici intelligenti.
  6. Sostegno e promozione di percorsi educativi nelle scuole e nei centri ricreativi finalizzati a formare le nuove generazioni e le famiglie a comportamenti virtuosi in relazione al risparmio energetico

Nessun commento:

Posta un commento