mercoledì 17 giugno 2015

MAL CONSIGLIO




Défaillances e smagliature da parte del Presidente del Consiglio Comunale ieri nell'applicazione del Regolamento. Per il futuro si può fare di meglio.

La serata è iniziata con le comunicazioni relative al nuovo gruppo consiliare Progetto Paderno Dugnano composto dai consiglieri Mario Mosconi (capogruppo), Giancarlo Pirovano e Francesco Rienzo. La nuova formazione evidenzia più di un problema all'interno di Forza Italia. Il nuovo capogruppo di Forza Italia è il giovane Nicola Turano.

I due consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle sono usciti dall'aula dopo aver portato all'attenzione del Sindaco le problematiche di infiltrazioni e allagamenti in varie scuole e dopo aver contestato la tempistica della convocazione del Consiglio Comunale. 

L'Assessore alla Smart City Roberto Boffi ha chiesto al nostro consigliere comunale Giovanni Giuranna (in modo informale prima dell'inizio della seduta, e poi formalmente in Aula) di ritirare l'ordine del giorno sull'APP del Comune. Motivo: l'applicazione verrà presentata giovedì 18 giugno, meglio attendere l'illustrazione ufficiale e poi discuterne.  

Insieme per cambiare non ha accolto tale richiesta in quanto il Consiglio Comunale, che è l'organo di democrazia locale, ha piena facoltà di esprimersi circa alcune linee di indirizzo: "Secondo noi, è importante che il Consiglio fissi subito alcuni punti fermi per lo sviluppo futuro di questo strumento tecnologico. Insieme per cambiare ritiene che la APP possa essere un mezzo che favorisce la partecipazione solo se verranno garantite alcune condizioni. Non si capisce come mai, se in linea di massima siamo tutti d'accordo, il nostro testo debba essere ritirato". 

Essendo trascorsa abbondantemente l'ora dedicata a ordini del giorno e interrogazioni, il Presidente ha messo da parte gli ultimi tre ordini del giorno (Caputo-PD, Sindaco e Giuranna-IXC), saltando all'approvazione del verbale della seduta precedente e poi alla variazione di bilancio e altre questioni. 
Esauriti i punti previsti, il presidente Torraca ha dichiarato chiusa la seduta alle ore 23,30. In passato (secondo il Regolamento articolo 62, comma 8) gli argomenti rimasti da trattare venivano rinviati a fine serata. In alcuni casi, per l'ora tarda, il Presidente chiedeva al Consiglio di rinviare alla seduta successiva. Ieri però Torraca ha sbrigativamente chiuso la riunione, senza alcuna cortesia e senza fornire giustificazioni. Le rimostranze dell'opposizione non hanno trovato alcun ascolto. 

Eppure tra gli argomenti rinviati c'era anche il testo proposto dal Sindaco contro nuovi insediamenti di trattamento rifiuti nel sito Eureco... Rimandato anche questo atto! Poco importa se oggi alle ore 11 verrà emessa la sentenza di appello del processo Eureco... Evidentemente, per il Sindaco la questione non è così importante!

Stupisce - ma non troppo - il fastidio mostrato dall'Amministrazione Comunale nell'affrontare il tema APP sotto il profilo di un'autentica ed effettiva partecipazione dei cittadini. Meglio non rovinare l'happening di presentazione della fantasmagorica APP...

Nessun commento:

Posta un commento