domenica 6 novembre 2016

EFFETTO TERRA FA BENE A PROTESTARE CON IL DIRETTORE DEL CITTADINO


Giustamente l'associazione padernese Effetto Terra, che gestisce la bottega del commercio equo e solidale di via Gramsci, ha scritto questa lettera al Direttore del settimanale Il Cittadino per replicare ad un articolo a firma  P.Mas. apparso sulla testata locale il 22 ottobre scorso.

L'articolo in questione presentava infatti un titolo decisamente improprio, anzi scorretto e fuorviante (ECOFESTA AL CENTRO SPORTIVO INSIEME A EFFETTO TERRA). 

Ma, si sa: i titoli di giornale sono frequentemente fuori misura.

I direttori ne sono consapevoli, anzi... spesso sono loro che vogliono titoli così. L'obiettivo è fare colpo, attirare i lettori, in ultima analisi vendere più copie. In qualche caso anche trasmettere un messaggio subliminale.

Va detto, comunque, che questa cattiva abitudine non costituisce un buon servizio ai lettori, i quali desiderano conoscere la realtà così come è (e non nelle storpiature confezionate ad arte dagli operatori di settore).

Concordiamo in pieno con Effetto Terra: il titolo dell'articolo porta fuori strada e induce a pensare ciò che non è. Per di più a danno di altre associazioni che hanno partecipato a EcoFesta al pari di Effetto Terra, ma sono state tenute in ombra...

Da quando infatti esiste EcoFesta sono diverse le associazioni del territorio che accettano di partecipare all'evento attraverso i propri stand espositivi. La nostra lista civica le invita e le accoglie con piacere, senza alcuna intenzione di sovrastarle o chiedere loro di schierarsi politicamente.  

Chi condivide la filosofia della festa rappresenta per noi  un valore aggiunto senza prevaricazioni nei confronti delle specifiche identità. L'obiettivo comune è una città più bella, più coesa, più rispettosa dell'ambiente e più capace di relazioni sociali vive.

Prima di concludere aggiungiamo una nota critica nei confronti di un'espressione poco professionale, in cui è inciampato l'autore del pezzo:
... ben prima dell'arrivo delle famiglie nel pomeriggio, gli stand e la zona del ristorante brulicavano di "volti noti"...
A Lei, Signor Direttore, questo modo di esprimersi pare appropriato?

Nessun commento:

Posta un commento