martedì 9 febbraio 2016

SERATA VIA SANT'AMBROGIO: RETTIFICHIAMO L'ARTICOLO DE IL CITTADINO

L’incontro che abbiamo organizzato giovedì 4 febbraio nella ex sede del consiglio di quartiere di Palazzolo "Via Sant'Ambrogio più sicura e più bella" è stato raccontato sul settimanale il Cittadino in modo fuorviante e non aderente ai fatti.

Il giornalista ha lasciato la sala di quartiere molto prima della conclusione della serata ed è evidente che alcuni passaggi della discussione possano non essere stati colti.

Vogliamo ribadire e sottolineare con forza questi concetti:
La sicurezza e la bellezza dello storico viale alberato sono le priorità della riqualifica di via Sant'Ambrogio. La sicurezza dei pedoni, dei ciclisti e la circolazione delle stesse auto è un fattore imprescindibile. Lo è altrettanto la valorizzazione della bellezza estetica e paesaggistica di una delle strade storiche della nostra città. L'articolo non fa nessun riferimento a questi due aspetti prioritari.

In sala erano presenti circa un centinaio di cittadini, alcuni critici ma molti altri a favore della nostra soluzione. Lo confermano gli interventi articolati e propositivi di alcuni abitanti della via Sant'Ambrogio. L’articolo non menziona questi interventi.

Il salvataggio degli alberi (circa 13) per noi non è imprescindibile, ma è una diretta conseguenza della nostra proposta di viabilità.


Al termine della serata, verso le ore 23, alcuni dei presenti che inizialmente erano critici o dubbiosi rispetto alla nostra proposta, hanno ripensato le proprie posizioni e si sono dichiarati pronti a valutare proposte alternative rispetto alla scelta dell'amministrazione.

I tanti presenti sono rimasti sorpresi e irritati nel sapere che la sala di quartiere di Palazzolo, come quelle di altri quartieri, non saranno più a disposizione dei cittadini. L'amministrazione ha infatti deciso di chiudere alcune sedi dei consigli di quartiere, limitando di fatto la partecipazione della cittadinanza.

Apprendiamo inoltre dall’articolo in questione che "qualche assessore dell'amministrazione in carica" sarebbe disponibile a collaborare con Insieme per Cambiare per ottenere una via più sicura e più bella. Lo ringraziamo per questo "scoop" e ci piacerebbe conoscerne il nome per iniziare a organizzarci. Il tempo è molto poco.

Nessun commento:

Posta un commento