martedì 14 febbraio 2017

SAN VALENTINO E IL TRAM CHE NON DEVE MORIRE



Dopo che all’ammodernamento della tramvia Milano LImbiate sono stati scippati i soldi stanziati dal Governo, a favore dI EXPO e dopo lunghi anni senza nessuna decisione e con l’avvicinarsi dello spettro della chiusura , se per aprile non viene presentato un piano di riqualificazione all’USTIF, nei giorni scorsi la lista civica “Insieme per Cambiare” di Paderno Dugnano e il Comitato “Salviamo il tram della Comasina Milano-Limbiate”, hanno invitato pendolari e non della linea tranviaria Milano-Limbiate ad appendere un cuore, il giorno di San Valentino, all’interno delle carrozze ed alle fermate del tram per dimostrare la loro contrarietà ad una possibile dismissione della tratta.


Oggi 14 febbraio le fermate, ma soprattutto le carrozze si sono riempite di cuori di tutte le forme e colori, ma con un unico messaggio scritto al loro interno: NO alla chiusura della tramvia!

Non ci piace chi, come l’assessore comunale alla mobilità Marco Granelli, prospetta una chiusura momentanea, con l’utilizzo di autobus sostitutivi, in attesa che venga definito un progetto per l’ammodernamento della tranvia.


Questi cuori significano un NO secco ad una possibile sospensione, senza un progetto già definito e con i soldi stanziati. Una sospensione può esserci solo ed esclusivamente nel momento della partenza dei lavori di ammodernamento,. I pendolari della tramvia Milano-Limbiate non accettano che succeda su questa tratta quello che è successo sulla “gemella” Milano-Desio.


1 commento:

  1. Speriamo che tutto questo, risvegli le coscienze di chi prende le decisioni... 😕

    RispondiElimina