giovedì 15 febbraio 2018

Situazione Centro Commerciale Brianza e Carrefour

galleria di un centro commerciale dismesso

Rientrata fortunatamente la proposta dei 18 licenziamenti Carrefour ventilata un anno fa, la situazione del Centro Commerciale Brianza resta critica riguardo la prospettiva di ampliamento, vista la crisi in atto nella grande distribuzione e il possibile impatto ambientale.

Sembra essere tramontato il modello Ipermercato. Carrefour, Auchan e altri hanno annunciato che per superare la crisi che stanno attraversando, ridurranno gli spazi dedicati ai beni più fruiti nell’e-commerce per aumentare servizi di ristorazione intrattenimento.

Alla luce di questi stravolgimenti, torniamo a domandarci se l’ampliamento del Centro Brianza sia un’operazione valida perché si corre il rischio, dopo aver azzerato il commercio di vicinato e aver svuotato la città dai luoghi di intrattenimento e socialità, di ritrovarsi tra qualche anno con una grossa area dismessa, a rischio di speculazione edilizia. 

Oltre tutto, è stato deciso dall'Amministrazione Alparone che tale intervento non debba  essere sottoposto alla Valutazione Ambientale Strategica (VAS) in quanto non impattante sull'ambiente,come riportato nel Rapporto di Preliminare di Verifica di Assoggettabilità alla VAS! 

Numerose Associazioni cittadine, partiti politici e Insieme per Cambiare hanno preso posizione, chiedendo che il Rapporto venga rivisto e che sia effettuata la VAS dando la giusta attenzione  a  vivibilità sociale, qualità delle relazioni umane, vivacità dei centri storici, presidio permanente e naturale della città,  sicurezza e inquinamento.  

Nessun commento:

Posta un commento